PROGETTO CAPACITY

Anno: 2018

Ente Promotore: ANFFAS NAZIONALE

Partner: ANFFAS NAZIONALE – Ministero del lavoro e delle politiche sociali

É in corso la partecipazione di Anffas Ortona al progetto “Capacity – la legge è uguale per tutti” che prevede la realizzazione della sperimentazione di modelli e pratiche innovativi di sostegni per la presa di decisioni e la piena inclusione sociale delle persone con disabilità intellettive; l’intento è quello di sviluppare e sperimentare modelli che garantiscano alle persone con disabilità, specie intellettive, sostegni al processo decisionale non sostitutivi, in un contesto di adeguata tutela. Anffas Ortona è stata scelta insieme ad altre 19 strutture presenti su tutto il territorio nazionale come parte attiva della sperimentazione al fine di pubblicare una guida sulle pratiche promettenti prevista nei primi mesi del 2019.


traMARE traMONTI

Anno: 2017

Ente Promotore: CSV di Chieti

Partner: CSV di Chieti, Fondazione Tercas, Lega Navale Ortona, Comune di Ortona.

 

“LA SOLIDARIETÀ NON VA IN VACANZA”

Il Csv Chieti, in collaborazione con le Associazioni di Volontariato e il sostegno della Fondazione Tercas, ha promosso cinque progetti a sostegno di attività estive rivolte ad una fascia di popolazione fragile.

Tra questi progetti è stato selezionato e finanziato

“TraMare TraMonti”

di Anffas onlus Ortona

 Il progetto prevede due uscite, mare e montagna alla scoperta delle  bellezze che la nostra splendida regione ci offre. Domenica  6 agosto, uscita in mare, con gare di pesca sportiva sulle barche in collaborazione con la Lega Navale di Ortona. Venerdì 11 agosto in montagna, presso le Sorgenti Sulfuree del Lavino in collaborazione con il CAI (Club Alpino Italiano) sezione di Ortona e nel pomeriggio  attività presso la fattoria didattica i Sapori di Bea ad Abbateggio. Sabato 23   settembre ci sarà un evento finale pubblico presso la Sala Eden del Comune di Ortona con la presentazione del video delle due giornate con il patrocinio del Comune di Ortona. Le attività vedranno la collaborazione delle due organizzazioni partner quali  Lega Navale e CAI, attraverso il pieno coinvolgimento dei loro rispettivi soci e volontari che metteranno a disposizione risorse umane e strumentali per garantire la massima riuscita delle due giornate. Siamo convinti che l’interazione tra realtà così diverse potrà generare un momento di crescita per tutti garantendo così una concreta inclusione sociale e territoriale.

 

Il presidente di Anffas onlus Ortona

NADIA LA TORRE

 


LABORATORIO EXPERIMENTA

Anno: 2017

Ente Promotore: FONDAZIONE POSTE INSIEME ONLUS

L’approvazione del progetto “Experimenta” da parte della fondazione Poste Insieme Onlus ha permesso ad Anffas Onlus Ortona di ampliare l’offerta formativa delle persone che frequentano il laboratorio con due rientri settimanali e una diversificazione delle attività di laboratorio. Sono stati potenziati percorsi di autonomia come la gestione del momento dei pasti presso le tavole calde del territorio e altri momenti di socializzazione. Sono stati attivati laboratori di cultura e di consapevolezza alimentare nel rispetto coerente dell’ambiente attraverso un percorso tenuto da una nutrizionista. Tali incontri hanno aumentato la consapevolezza di ragazzi e famiglie verso i principali errori alimentari compiuti, puntando non solo a riequilibrare le quantità, ma anche a migliorare la qualità e il bilanciamento dell’alimentazione  promuovendo uno stile di vita salutistico e l’educazione al movimento.


IO LAVORO TU MI INCLUDI

Anno: 2016

Ente Promotore: REGIONE ABRUZZO

Partner: CSV di Chieti,  Comune di Ortona, Centro Ortona Commercianti, Il Ristoro degli Angeli Onlus.

Anffas Ortona ha da sempre promosso e diffuso i principi della Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità con particolare riferimento all’inclusione sociale, pari opportunità e non discriminazione, accesso all’informazione e alla formazione, inclusione lavorativa e vita indipendente. Nel 2016 ha dato avvio ad un progetto dal titolo  “Io lavoro tu mi includi”, approvato dalla Regione Abruzzo nell’ambito della L.R. 95 che ha permesso ad un gruppo di persone con disabilità di fare esperienze di inserimento in attività pseudo-lavorativa promuovendo e sostenendo le abilità e capacità lavorative acquisite dalle persone con disabilità nel laboratorio Experimenta di carta fatta a mano,  ha accresciuto il grado di autostima, considerazione e autonomia delle persone impegnate in contesti esperienziali nuovi, ha promosso un’apertura sociale verso la disabilità e rimosso i preconcetti culturali e le barriere che le persone con disabilità affrontano nell’esercizio dei propri diritti.


TUTTI IN PIAZZA

Anno: 2016

Ente Promotore: REGIONE ABRUZZO L.95/95

Partner: CSV di Chieti,  Comune di Ortona, Regione Abruzzo, La Piazza, Anffas Abruzzo, Anffas Pescara.

Il progetto ha voluto far conoscere e diffondere le problematiche delle famiglie con persone con disabilità attraverso la pubblicazione sul giornale “La Piazza” di storie emblematiche rilevate durante gli incontri di un gruppo di Auto Mutuo Aiuto (A.M.A.), utilizzando la carta stampata quale strumento privilegiato per diffondere modelli culturali nuovi e punti di vista alternativi. Le storie familiari sono state diffuse attraverso la loro pubblicazione con inserti speciali sul periodico locale “La nuova Piazza”, quindicinale di informazione che da luglio 1999 dà voce e immagini alla città di Ortona. Il periodico nato da un progetto editoriale incentrato sul valore dell’informazione locale si compone di una giusta miscela tra la filosofia del giornale di informazione e quello della rivista, che si è gentilmente prestato ad ospitare gli interventi. La nuova Piazza è una presenza ormai consolidata testimoniata dalla costanza dei numeri pubblicati e dalle 1500 copie di tiratura che assicurano un contratto con oltre 7.000 lettori fanno del giornale il periodico più letto del territorio. Le “storie” sono state composte da un comitato di redazione (CdR) composto da rappresentanti delle famiglie e da ragazzi con disabilità provenienti dal Centro Educativo Anffas e dall’Istituto di Istruzione Superiori “L.Einaudi” di Ortona.Tutti in Piazza ha avuto come obiettivo la sensibilizzazione e la riflessione in merito alle dinamiche familiari che coinvolgono le persone con disabilità, soprattutto intellettiva e/o relazionale, e le loro famiglie, raccontando il rapporto che si instaura al loro interno mettendo in luce esperienze di vita passate o recenti e le strategie ed i modelli utilizzati per far fronte alle svariate esigenze che la vita quotidiana pone innanzi.

 


IO CITTADINO

Anno:2015 – 2016

Ente Promotore: ANFFAS NAZIONALE

Partner: ANFFAS NAZIONALE – Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Il percorso intrapreso da Anffas nell’ambito del progetto “Io cittadino! Strumenti per la piena partecipazione, cittadinanza attiva e Self Advocacy delle persone con disabilità intellettiva e/o relazionale” finanziato dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali ai sensi della legge n.383/2000, art.12 comma 3, ha permesso un maggiore riconoscimento per la qualità della vita che è dato dalla capacità di  autodeterminarsi e dalla soddisfazione di fare le scelte, di esprimere con le capacità e i mezzi comunicativi che si hanno a disposizione, le preferenze, di usufruire delle opportunità che l’ambiente offre in base i desideri e alla intenzionalità.Vogliamo quindi rispondere al bisogno manifestato da alcuni giovani con disabilità intellettiva di intraprendere un percorso di vita autonoma nell’ambito delle abilità e competenze lavorative.

http://www.anffas.net/dld/files/Presentazione%20Progetto%20IO%20CITTADINO.pdf

 


EASY TO READ

Anno: 2014

Ente Promotore: REGIONE ABRUZZO

Partner: Regione Abruzzo, Anffas Nazionale, Anffas Abruzzo, Anffas Pescara, Anffas Giulianova, Comune di Ortona, CSV di Chieti, Consultorio Familiare A.Ge.

Nell’ottica di un’informazione che arrivi a tutti  e che sia di facile comprensione per tutti nel 2014 è nato il progetto Cittabilità, nome che si è dato ad una Guida ai servizi socio-sanitari scritta interamente da persone con disabilità usando il metodo easy to read. . Il linguaggio “easy to read”, facile da leggere consiste nella semplificazione dei concetti e nell’uso di parole facilmente comprensibili. Comunicare tramite questo linguaggio significa produrre informazioni in modo accessibile al più ampio numero di persone possibile. Nell’ottica di fare di Anffas un’associazione al servizio di tutta la comunità questo lavoro, pensato sicuramente per le persone con disabilità intellettiva e/o relazionale, è rivolto anche ai bambini, alle persone anziane, agli stranieri ed a quanti necessitano di un’informazione chiara ed immediata. L’attenzione è stata focalizzata su cinque servizi per i quali è emersa da parte dei ragazzi dell’Anffas una forte voglia di chiarezza e volontà di autonomia: carta di identità; lavoro; salute; casa e scuola; trasporti pubblici. Per ognuno di essi si sono resi disponibili i relativi responsabili che hanno sposato con entusiasmo la causa del progetto ed hanno partecipato attivamente alle fasi di realizzazione. Ciascuno dei responsabili ha spiegato il funzionamento del servizio sottoponendosi, durante incontri dedicati, alle domande dei ragazzi. Le informazioni raccolte dalle interviste fatte ai responsabili dei servizi sopra citati sono state tradotte in easy to read . Da questa esperienza si sono avviati percorsi di formazione permanente per persone con disabilità intellettiva.

www.life-long-learning.eu

http://www.anffas.net/it/news/4099/anffas-ortona-presentata-cittabilita/

 


TEMPORARY SHOP NATALIZIO

Anno: 2014-2017

Il laboratorio Experimenta in prossimità delle feste natalizie aumenta la sua visibilità grazie all’apertura di un temporary shop lungo la principale via cittadina. Questa attività è molto importante perché oltre alla promozione dei lavori svolti dai mastri cartai è anche un vero e proprio momento di inclusione socio-lavorativa che promuove la conoscenza delle potenzialità delle persone con disabilità. I prodotti realizzati sono la tangibile conferma che, se adeguatamente supportate riescono ad esprimere le loro capacità e potenzialità, anche in campo artigianale e artistico. “Non pesi, ma risorse produttive” è il motto che l’Anffas sposa in pieno. Nel temporary shop sono le stesse persone con disabilità ad accogliere i cittadini  e a spiegare tutte le fasi che accompagnano la realizzazione dei prodotti esposti.Tale iniziativa rappresenta un appuntamento atteso dal territorio che risponde positivamente in termini di donazioni. Questo importante momento di promozione e di visibilità dell’associazione è supportato dall’ipermercato Iper di Ortona che ogni anno ci mette a disposizione uno spazio nel supermercato per esporre i prodotti del laboratorio.


EMOZIONI A TAVOLA

Anno: 2011

Partners: sponsor locali

Vendute 1.500 copie in tutto il territorio nazionale

Il progetto del libro “Emozioni a tavola” ha avuto il compito di mettere insieme una raccolta di ricette elaborate da persone con disabilità ad immagini e tovagliette di carta fatta a mano dai “mastri cartai” sulla scia della vocazione primaria di Anffas Ortona. Il progetto del libro “Emozioni a tavola” ha associato cinque sentimenti “di base” altrettanti colori, che rappresentano l’interpretazione cromatica delle emozioni e creano un legame con gli ingredienti da utilizzare. Per questi ultimi è stato ovvio e naturale cercare quanto più possibile di restare ancorati al territorio abruzzese, filosofia tanto cara allo Chef Niko Romito che con disponibilità e entusiasmo ha abbracciato il progetto editoriale supportandoci nel supervisionare le ricette. Immaginare i gusti, accoppiare i sapori, interpretare la costruttiva euforia che accompagnava i momenti di “creazione” culinaria ci ha condotti alla stesura di quelle che possiamo definire “ricette in potenza”, da cui l’abile ed attenta collaborazione degli esperti Chef ha fatto nascere le “ricette realizzate” che costituiscono uno dei contenuti del libro. La scelta grafica di alternare le immagini dei piatti con quelle dei ragazzi impegnati nellarealizzazione delle ricette è nata proprio dalla voglia di rendere il lettore quanto più possibile non passivo, bensì partecipe di questa avventura anche umana. La visibilità di questo progetto è passata anche attraverso articoli su quotidiani di tiratura nazionale come La Repubblica e siti dedicati all’arte culinaria.


MARKETING SOCIALE

Anno: 2010

Ente Promotore: CDO Abruzzo Molise e CDO Opere Sociali, Unione degli industriali della provincia di Pescara, Centro Servizi per il Volontariato delle province di Chieti e Pescara

Partner: CDO Abruzzo Molise e CDO Opere Sociali, Unione degli industriali della provincia di Pescara, Centro Servizi per il Volontariato delle province di Chieti e Pescara, Anffas Onlus Ortona e Cantina Collefrisio

L’operazione di marketing sociale promossa e realizzata da Cdo Abruzzo Molise, Csv Pescara, Csv Chieti, Unione degli Industriali di Pescara, che ha unito il Progetto Experimenta – laboratorio socio occupazionale integrato, per la produzione di carta fatta a mano – di Anffas Onlus Ortona e Collefrisio (Azienda Vinicola abruzzese) ha generato un progetto di packaging che integra l’immagine coordinata dei vini Collefrisio. Il presupposto che ha dato vita alla sinergia progettuale tra le due realtà è la condivisione di una Vision che miscela sapientemente una moltitudine di valori comuni, quali: l’innovazione e l’attenzione riservata al processo produttivo; la ricerca estenuante di un alto livello qualitativo del prodotto finale; la selezione accurata delle materie prime rapportata all’attenzione verso le tematiche ambientali; l’attenzione alle tematiche sociali e la convinzione che ogni individuo ha un patrimonio di conoscenze che può diventare risorsa attraverso un percorso/processo lavorativo innovativo; la creatività quale elemento “matrice” che delinea la vision e veicola la mission; l’entusiasmo e la voglia di generare un prodotto di alta qualità Made in Italy e soprattutto Made in Abruzzo.

Al fine di ottenere un risultato progettuale dall’alto valore aggiunto, è stato predisposto un percorso creativo che ha visto i ragazzi del Progetto Experimenta di Anffas Onlus Ortona relazionarsi direttamente con l’Azienda Collefrisio, così da trarre gli adeguati spunti per elaborare una serie di progetti grafici da abbinare ad alcune tipologie di vino Collefrisio.

Attraverso specifiche metodologie progettuali di supporto, gli stessi elaborati grafici sono diventati stimoli visivi che esaltano e presentano il vino attraverso il packaging.

Il risultato di questa sinergia progettuale ha debuttato in anteprima durante l’evento del Vinitaly di Verona presso lo stand di Collefrisio.


DESIGN FROM ALL

Anno: 2007 – 2014

Ente Promotore: CSV CHIETI

Partner: ANFFAS ORTONA, CSV CHIETI, TURTLEFLY PROJECT, ISIA.

 

In Abruzzo Anffas Ortona è stata pioniera nell’aver avviato, a partire dal 2007 in collaborazione con l’ISIA (Istituto Superiore per le Industrie Artistiche di Roma) e con la Turtlefly Project della Designer Leda Urbanucci, un progetto denominato DESIGN FROM ALL che vuole contribuire all’inclusione sociale dei giovani in situazione di disagio e disabilità attraverso un percorso di valorizzazione delle abilità creative applicate alla produzione di oggetti di design. Attraverso tale progetto si  è inteso affermare una diversa immagine delle persone con disabilità intellettive quali soggetti capaci, di lavorare in un contesto di normalità, produttività e responsabilità secondo le proprie specificità

A partire dal 2011 è stato avviato un progetto biennale  dove il nostro laboratorio è stato l’incubatore di sperimentazione  in collaborazione con il CSV DI CHIETI, L’ISIA ROMA DESIGN, LA DESIGNER URBANUCCI che ha dato vita ad una importante pubblicazione sullo studio di innovazione sociale all’interno dei laboratori socio-occupazionali.

Il progetto intendeva contribuire all’inclusione sociale e all’inserimento socio-lavorativo delle persone con disabilità intellettive, attraverso un percorso di valorizzazione delle abilità creative applicate alla produzione di oggetti di design.

“Design FROM all” è una ricercAzione che ha lo scopo di creare un modello innovativo per la creazione e lo sviluppo di competenze da proporre alle Odv che svolgono percorsi di inclusione sociale delle persone con disabilità intellettive, valorizzandone le abilità e generando nuove opportunità occupazionali.

Attraverso il progetto si intende affermare una diversa immagine delle persone con disabilità intellettive quali soggetti capaci, secondo le proprie specificità, di lavorare in un contesto di normalità, produttività e responsabilità. Il percorso progettuale si propone di

favorire da parte dei soggetti coinvolti nelle attività l’acquisizione di abilità professionali

che consentano un’effettiva autonomia operativa, l’acquisizione di adeguate capacità di

relazione con il gruppo dei pari e con gli operatori e la sperimentazione del ruolo di lavoratore effettivo.